Sfumatura luminosa

CARTA DEI VALORI.

Pampas%20Grass_edited.jpg
Il gruppo SNG ha redatto un unico Codice per trasferire i valori e le responsabilità che contraddistinguono la cultura aziendale del Gruppo, rivolto a tutti gli stakeholder interni ed esterni che partecipano alla catena del valore: dalla Governance ai dipendenti, dai fornitori e façonisti ai clienti, dalla Pubblica Amministrazione alle organizzazioni ambientali. 

persone

La rappresentazione dei valori di rispetto e ricerca, quali elementi centrali dell’attività, trova espressione non soltanto attraverso i principi fondamentali di rispetto delle leggi, di onestà e di trasparenza, correttezza e buona fede, si rivolge altresì alla responsabilità nel perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile nei confronti delle persone: dipendenti, collaboratori, fornitori e consumatori.

_74A4081.jpg

RICERCA E tracciabilità

Lo sguardo attento delle aziende del Gruppo verso la ricerca di materiali e processi innovativi, che garantiscano i più elevati standard qualitativi, si dirige verso quei prodotti sostenibili che soddisfano i requisiti condivisi con i clienti. Il reparto Corporate Sustainability del Gruppo si occupa di identificare e misurare gli attributi di sostenibilità delle materie prime, prevalentemente tessili, e di raccogliere le evidenze che confermano l’origine dei materiali. La gestione dei materiali sostenibili si sviluppa attraverso un sistema di tracciabilità che l’azienda sta mettendo a punto, e che sarà in grado di seguire ed identificare l’articolo lungo tutte le fasi di trasformazione fino al prodotto finito.

4SUSTAINABILITY

Nel primo semestre del 2021 Moda Italia si unisce alla policy di Gruppo in tema di valutazione e riduzione dell’impatto ambientale delle lavorazioni ed avvia il progetto 4sustainability fondato sulla metodologia ZDHC (Zero Discharge Hazardous Chemical) adottata e condivisa dai maggiori Luxury Brands. Il Programma prevede l’eliminazione graduale delle sostanze chimiche tossiche e nocive mediante l’integrazione di attività e controlli nei cicli di produzione. La valutazione del rischio chimico e l’approccio olistico consentono al Gruppo di perseguire alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030 adottati dalle Nazioni Unite (SDG’s). Alla luce degli obiettivi, è stato individuato un metodo di gestione strutturato in livelli progressivi di implementazione e orientato all’eccellenza.

MANIPROTO.jpg

PROTOCOLLO CHEMICAL MANAGEMENT 4SUSTAINABILITY

Con l’intento di costruire un sistema di valutazione dei fornitori con mappatura e gestione della supply chain differenziata per classi di rischio. Lo strumento consente di verificare il sistema di gestione della tracciabilità in produzione e di individuare le possibili azioni di miglioramento.

METODOLOGIA E APPLICAZIONE

NELLE AZIENDE DEL GRUPPO

  • Nomina di un Chemical Manager interno e team di gestione del sistema

  • Mappatura e qualifica della filiera con l’individuazione di categorie di rischio chimico

  • Raccolta delle informazioni dai nostri sistemi gestionali per assicurare la tracciabilità

  • Coinvolgimento dei nostri fornitori su obiettivi comuni, tramite attività di formazione, assessment a distanza e audit in loco

  • Rendicontazione costante per l’individuazione del piano di eliminazione e miglioramento

  • Rilascio di un report annuale con KPI di Chemical Management con evidenza del livello di implementazione 4sustainability da condividere con i clienti

NELLA CATENA DI FORNITURA

  • Applicazione della PRSL (Product Restricted Substances List) 4sustainability per la qualifica dei fornitori di materia prima

  • Implementazione della MRSL (Manufacturing Restricted Substances List) di ZDHC (Zero Discharge Hazardous Chemical) per i processi a rischio chimico

  • Raccolta di KPI di Chemical Management da tutti i fornitori

  • Definizione di una procedura interna di Chemical Management al fine di garantire ruoli e responsabilità, acquisti conformi agli standard interni, processi sotto controllo

I SEI STEP DEL SISTEMA

  • Analisi iniziale dello stato dell’arte e sviluppo di un piano personalizzato delle attività da realizzare.

​​

  • Definizione della struttura organizzativa – con identificazione dei ruoli e delle responsabilità – e di strumenti di indirizzo come la Product Restricted Substances List (PRSL) e la Manufacturing Restricted Substances List MRSL) di ZDHC.

​​

  • Costruzione di un sistema di valutazione dei fornitori, con mappatura e gestione della supply chain differenziata per classi di rischio.

​​

  • Mappatura e valutazione dei rischi - con relativi piani di controllo - su materie prime e chemical inventory, processi e acque reflue.

​​

  • Verifica delle capacità di gestione della tracciabilità in produzione e individuazione di possibili azioni di miglioramento.

​​

  • Creazione degli strumenti di raccolta e gestione dei dati per il miglioramento continuo del sistema, con formazione parallela del personale interno e dei fornitori.

Applica il Protocollo Chemical Management 4sustainability per l’eliminazione delle sostanze tossiche e nocive nei processi produttivi attraverso la MRSL ZDHC

Visualizzate il nostro e-report 
Please see our e-report
Sfumatura luminosa
Marchio verticale NO QR Moda Italia.jpg
Il compito non è vedere quanto nessuno ha visto ancora, ma pensare quello che ancora nessuno ha pensato su ciò che tutti vedono.
Arthur Schopenhauer